01.05.2017

Serie A: 7.a giornata

IL CISERANO FESTEGGIA LA PRIMA VITTORIA A BARDOLINO

BARDOLINO     6

CISERANO      13

BARDOLINO: Marchi, Tommasi, Cristani, Grigoli, Bonoldi, Vicentini, Anselmi. Dt. Zantedeschi

CISERANO: Ghezzi, D. Medici, Biagi, Gelpi, Brignoli, Franzoni. Dt. Barachetti.

Cambi: 2-1,3-3,4-5,5-7,5-10,6-13. Pari 40: 5-6. Durata 190’.

– Finalmente una vittoria per il Ciserano nel campionato di serie A. In trasferta batte il Bardolino firmando un successo che gli permette di annullare la penalizzazione di due punti in classica, abbandonare l’ultima posizione, ma che soprattutto vale come un’energetica iniezione di fiducia in vista delle prossime gare dove affronterà Cavriana, Guidizzolo e Cremolino, tre delle squadre con cui probabilmente dovrà fare i conti per conquistare la salvezza.

Imporre il gioco non gli è stato comunque facile ieri. Almeno nella prima metà della gara. Sino al quarto trampolino (7 a 5) i gardesani hanno conteso ogni game con decisione.  Nella frazione finale, i ragazzi del presidente Zucchinali hanno invece preso il largo infilando cinque giochi consecutivamente (11 a 7) e dopo averne ceduto un altro al Bardolino, hanno poi archiviato la sfida con un netto 13 a 6. Questo dopo una gara combattuta come testimoniano i ben undici i quaranta pari disputati, durata più di tre ore e affrontata con la adeguata determinazione dai ciseranesi. Tutti i bianconeri sono da lodare per lo spirito mostrato e per aver capitalizzato al massimo l’impegno valorizzando al meglio le loro capacità. Il migliore è stato il fondocampista Daniel Medici, sempre preciso nei rinvii e perfetto nei recuperi.

I risultati (7.a giornata); Mezzolombardo-Cavriana 13-11, Bardolino-Ciserano 6-13, Sommacampagna-Guidizzolo 13-10, Castellaro-Cremolino 13-8, Cavaion-Sabbionara 13-7, Medole-Solferino 7-13.

CLASSIFICA: Castellaro e Cavaion punti 21; Solferino 19; Sabbionara e  Sommacampagna 16; Mezzolombardo 11; Medole 9; Guidizzolo 4; Cremolino e Cavriana 3; Ciserano 1; Bardolino  0.

 

Serie B: 7.a giornata

SETTIMA VITTORIA PER L’ARCENE. SECONDA SCONFITTA PER IL CASTELLI CALEPIO

ARCENE                       13

NAVE SAN ROCCO     4

ARCENE: M. Locatelli, Pagnoncelli, Tasca, M. Fanzaga, Testa, A. Fanzaga, C. Gatti. Dt. Locatelli.

NAVE SAN ROCCO: Daldoss, Beltrami, Sannicolò, Cozza, Bonato, Lorandini. Dt. Stenico.

ARBITRO: Gaudio Bertola di Ciserano.

Cambi: 1-2,3-3,6-3,9-3,11-4,13-4. Pari 40:3-1. Durata 100’.

– Un’altra vistosa affermazione dell’Arcene che porta a sette il numero delle vittorie in altrettante partite disputate in questo primo quarto del campionato di serie B. Ieri ha avuto ragione del Nave San Rocco per 13 a 4 gestendo con sicurezza la sfida dal secondo trampolino alla fine. I rivali si sono battuti bene nei primi due trampolini, nel resto hanno solo subito il gioco del quintetto di casa sceso in campo senza il battitore titolare Alessandro Fanzaga. Al suo posto ha giocato il giovane Matteo Locatelli offrendo una discreta prestazione al pari di tutti gli altri biancoazzurri saldamente collocati al secondo posto nella classifica a un solo punto dalla capolista Ceresara con cui, tra un mese esatto, daranno vita ad un confronto che fa già parlare i tifosi.

 

CASTIGLIONE                   13

CASTELLI CALEPIO          6

CASTIGLIONE: Facchetti, Boldo, Mogliotti, Tosadori, Minelli, Bianchi, L. Carpano. Dt. E. Carpano.

CASTELLI CALEPIO: Colleoni, Camotti, Carletti, Brignoli, Manenti, Morotti, Medici.

Dt. Belotti.

ARBITRO: Lauro Bianchi di Goito.

Cambi: 3-0,6-0,7-2,9-3,10-5,12-6,13-6. Pari 40: 2-2. Durata 150’.

– Il Castiglione delle Stiviere arresta la striscia di vittorie del Castelli Calepio che durava dal secondo turno. Ed è uno stop brutale per i ragazzi di Belotti. Fuori casa sono sconfitti per 6 a 13 dall’avversaria con cui divideva il terzo posto in classifica. La formazione mantovana ha alzato un muro insuperabile ai rinvii dei calepini, soprattutto nella parte iniziale disputata con un piglio degno di un team che lotterà sino alla fine del campionato per risalire in serie A da dove è scesa al termine dello scorso campionato.

Il Castelli Calepio le ha tenuto testa degnamente solo nella seconda parte della gara. Dopo l’inizio disastroso (0-6) ha conquistato sei game nel segmento finale, rendendo così meno vistoso un passivo ugualmente netto. Tutti i mantovani hanno disputato una gara di buon livello. Tra i calepini il migliore è stato il fondocampista Enrico Camotti.

Risultati

Cereta-Castell’Alfero 13-7, Segno-Besenello 5-13, Fontigo-Ceresara 6-13, Castiglione-Castelli Calepio 13-6, Cinaglio-Tuenno 7-13, Noarna-Malavicina 7-13, Arcene-Nave San Rocco 13-4.

CLASSIFICA: Ceresara punti 21; Arcene 20; Castiglione 18; Castelli Calepio 15; Castell’Alfero e Tuenno 13; Cereta 11; Fontigo 9; Naorna 8; Malavicina 6; Besenello 4; Nave San Rocco, Segno e Cinaglio 3

 

Serie C: 3.a giornata

IL DOSSENA IN RIMONTA BEFFA IL BONATE SOPRA E SI PORTA AL COMANDO

– Ci sono volute tre ore e una gara a dir poco rocambolesca nel terzo turno della serie C, per decide la vincitrice tra Bonate Sopra e Dossena.  Ha vinto con il minimo scarto la squadra brembana che s’è così portata da sola al comando della classifica.  Per riuscire a espugnare il campo degli avversari ha dovuto però dar fondo a tutte le energie fisiche e mentali in un finale semplicemente entusiasmante.  La formazione di casa ha difatti iniziato la sfida portandosi a condurre il parziale per 10 a 3 illudendo un po’ tutti di poter incamerare la terza vittoria consecutiva. Tutti meno gli avversari che, a quel punto, hanno cambiato totalmente modo di giocare tanto da raggiungere i bonatesi sul parziale di 10 pari e poi beffarli con la conquista del successo per 13 a 11. Questo al termine di partita che rimarrà nella memoria di chi l’ha vista, ma soprattutto in quella dei protagonisti in campo. I vincitori per la tenacia con cui l’hanno ottenuta. Gli sconfitti per avere dilapidato il vantaggio iniziale.

Le altre due squadre bergamasche non hanno raccolto punti nell’ultima tornate di gare Entrambe sono state battute da avversarie bresciane. Il Malpaga, ha subito la terza sconfitta. In casa è stata battuta dal Gussago per 13 a 6. Il San Paolo d’Argon in esterno è stato superato per 9 a 13 al Flero dopo una partita durata tre ore

Risultati: Borgosatollo-Capriano 13-5, Malpaga-Gussago 6-13, Bonate Sopra-Dossena 11-13, Flero-San Paolo d’Argon  13-9.

CLASSIFICA: Dossena punti 8; Bonate Sopra 7; Flero, Borgosatollo e Gussago 6; San Paolo d’Argon 3; Capriano del Colle e Malpaga 0.

 

Serie D 3.a giornata

CINQUE SQUADRE A PUNTEGGIO PIENO

– Sono cinque le squadre ancora imbattute nel campionato di serie D dopo tre turni di gare: tre nel girone A, due nel girone B. Tutte viaggiano a punteggio pieno. Alcune confermando i pronostici della vigilia. Altre sono delle vere sorprese come il Madone, che, ignorata dai pronostici all’inizio torneo, è prima nel girone A con il più considerato quintetto del Sotto il Monte e quello bresciano del Capriano A.

Nell’ultima tornata di gare il Madone è andando a violare il campo di Gussago. Dopo un parziale iniziale di 5 a 4, ha preso il largo imponendosi per 13 a 8. Il Sotto il Monte ha faticato un po’ di più per piegare la tenace resistenza (13 a 9) della Roncola Treviolo.  Con sicurezza il Torre dè Roveri ha rifilato un secco 13 a 3 al Flero incamerando cosi la prima vittoria della stagione. Al palo è rimasta invece la Bonatese. Priva del capitano Gigi Pagani, è stata sconfitta in esterno per 13 a 8 da un buon Capriano A.

Nel girone B hanno sempre vinto Bonate Sotto e Pontirolo. La prima squadra ha osservato il riposo, l’altra ha liquidato con un perentorio 13 a 2 il Serina. La quarta formazione orobica di questo girone, l’Arcene, è stata costretta alla resa per 10 a 13 dal Capriano B pagando qualche errore di troppo nel gioco sulla lunga distanza.

Risultati

Girone A: Torre dè Roveri-Flero 13-3, Gussago-Madone 8-13, Sotto il Monte-Roncola 13-9, Capriano A-Bonatese 13-8.

CLASSIFICA: Sotto il Monte, Madone e Capriano A punti 9; Bonatese 6; Torre dè Roveri 3; Roncola, Flero e Gussago 0.

 

Girone B: Arcene-Capriano B 10-13, Pontirolo-Serina 13-3, Nigoline-Travagliato 13-6. Riposava Bonate Sotto.

CLASSIFICA: Bonate Sotto e Pontirolo punti 6; Arcene, Nigoline, Capriano B e Travagliato (*) 3; Serina (*) 0.  (*) una gara in più.

 

Serie A donne: 5.a giornata

SCONFITTE LE SQUADRE BERGAMASCHE

– Una sconfitta al tie break e una nettissima nello scarto, sono i risultati conquistati nel quinto turno d’andata dalle due squadre femminili della serie A.  La formazione che ha sfiorato la vittoria è stata il Dossena.  A Viarigi, in provincia di Asti, ha ceduto nei supplementari per 8 a 6 alla compagine di casa dopo una sfida in cui sono state penalizzate da pochi ma determinanti errori negli scambi ravvicinati.  Nel resto della partita le brembane hanno giocato alla pari delle avversarie.

Netta è stata invece la sconfitta del San Paolo d’Argon. In esterno ha subito il secondo stop consecutiva, questa volta per mano del Mezzolombardo, la compagine con cui sino a ieri divideva il quinto posto nella classifica. Le ragazze gialloblu hanno sbagliato troppi rinvii e sparacchiato in out invitanti conclusioni al punto. Le avversarie hanno badato a tenere in campo le palline aspettando che i “quindici” gli venissero generosamente regalati a manciate dalle argonesi in una partita che non ha mai avuto storia nel punteggio.

Il San Paolo d’Argon scenderà in campo anche oggi per completare con la capolista Tigliole la gara sospesa il 15 aprile per la pioggia sul punteggio di 5 a 3 in suo favore.

Risultati: Settime-Tigliole 12-13 (7-9), Viarigi-Dossena 13-12 (8-6), Pieese-Ceresara 13-3, Mezzolombardo-San Paolo d’Argon 13-3.

CLASSIFICA: Tigliole e Settime (*) 11; Piea 9; Mezzolombardo (*) 8; Ceresara 7; San Paolo d’Argon (*) 5;  Feliciani Viarigi (*) 2;  Dossena 1.   (*) una gara in meno.